Facciamo 4 Chiacchiere

martedì 30 novembre 2010

Sacchettini Di Pasta Sfoglia

Buongiorno a tutti;
ieri sera ho trovato in frigo della pasta sfoglia, sapete di quelle già preparate che trovate comunemente al banco frigo del vostro supermercato. 
Ho deciso di inventarmi qualcosa; e mi sono cimentata nel fare dei sacchettini di pasta sfoglia ripieni. 


INGREDIENTI: (X 10 sacchettini, da una sola sfoglia non nè possiamo ricavare molti) 


2 wustell 
50g formaggio (sceglietene uno che vi piace io ho usato un semi piccante)
50g speck a fette
150g piselli surgelati (io li trovo più buoni di quelli in scatola, se avete la possibilità di usare quelli freschi del fruttivendolo ancora meglio) 
1/4 di cipolla bianca
1 confezione di pasta sfoglia
1/2 bicchierino di latte per spennellare la pasta.
Sale e Pepe qb



PREPARAZIONE:
Cominciamo con il preparare il ripieno. 
In una padella, mettiamo un filo d'olio e facciamo rosolare la cipolla tagliata piccolissima, e appena la cipolla comincia ad imbiondire aggiungete i piselli e lasciate rosolare per qualche minuto, regolando con un po di pepe i sale.
Accendete il forno per farlo riscaldare a 180°.




Nel frattempo, prepariamo lo speck e i wustell. Disponete lo speck su un tagliere e tagliatelo a striscioline sottili, finito con lo speck tagliate i wustell in pezzetti molto piccoli, io li ho tagliati in 4 (prima a meta nel senso della lunghezza e poi ancora la metà della metà sempre nel senso della lunghezza e ne ho ricavato tanti piccoli triangolini). Tagliate il formaggio a tocchetti piccolissimi.



Ora aggiungete sia lo speck che i wustell ai piselli e fate cuocere per qualche minuto, il tempo che i wustell prendano colore e lo speck si faccia croccante. 






Appena il ripieno sarà pronto, aprite la pasta sfoglia con molta delicatezza, stando attenti a non romperla con le mani mentre la apriamo ma soprattutto, mentre la aprite, non alzatela dalla carta che l'avvolge.


Una volta aperta la pasta, ricavate dei quadrati da essa, come per i ravioli, in base alla quantità di ripieno che volete mettere decidete la larghezza della sfoglia, o in base alla forma che volete dare, ricordatevi però di non esagerare mai con il ripieno altrimenti non si chiuderanno.




Per  fare i sacchettini, bisogna,una volta sistemato il ripieno al centro del nostro quadratino, messo dei tocchetti di formaggio,procediamo con il  chiudere verso il centro prima 2 angoli della pasta, ricordando di sceglierli opposti, e poi gli altri 2 rimanenti, stringendo verso il centro. 


I 4 angoli potete sia chiuderli pizzicando con le mani o lasciarli aperti visto. (nel caso faceste un altro ripieno, dove sia presente un quantitativo maggiore di formaggio rispetto al nostro vi consiglio di chiuderli per evitare la fuoriuscita)


Prendete la teglia da forno, disponetele sul fondo della carta da forno e con delicatezza adagiate i sacchettini nella teglia, e spennellateli con il latte, che in cottura aiuterà a dorare la pasta. Se non avete la carta forno ungete la teglia con un po d'olio ma è meglio se utilizzate la carta forno. 







Infornate per circa 30 minuti a 180°, siccome i tempio di cottura cambiano da forno a forno, in ogni caso i nostri sacchettini saranno cotti quando sopra avranno preso un per colorito dorato. Buon Appetito

lunedì 29 novembre 2010

Fusilli Corti Con Ricotta e Pancetta

Buongiorno a tutti...
Oggi prepariamo un piatto semplicissimo. Fusilli corti con ricotta e pancetta. Saporiti e facilissimi da preparare e soprattutto bastano 5 minuti per prepararli.






INGREDIENTI X 4 PERSONE:
200g Ricotta 
200g di Pancetta a dadini
400g di Fusilli corti
Parmigiano, sale e pepe qb






PREPARAZIONE:
Mettete l'acqua della pasta sul fuoco, mentre aspettate che bolle, in un pentolino con un po d'olio fate rosolare la pancetta per qualche minuto, non fatela cuocere troppo altrimenti diventerà dura bastano un paio di minuti. Appena l'acqua bolle, calate la pasta e salate. 
Da parte prendete una ciotolina, e mescolate la ricotta con il parmigiano, un po di sale e pepe. Quando tutti gli ingredienti saranno bene amalgamati aggiungete la pancetta e mescolate. 




Scolate la pasta e versatela in una zuppiera, condite con la ricotta e mescolate.
Il calore della pasta farà sciogliere la ricotta.
Impiattate e buon appetito.

giovedì 25 novembre 2010

TONNARELLI CACIO E PEPE

Buongiorno a tutti...
Stamattina ho proprio voglia di mostrarvi una ricetta classica della cucina romana. I tonnarelli CACIO E PEPE.
E' una ricetta semplice nella sua bontà, ma come ogni ricetta di questo genere è difficile da preparare.



INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
500g di TONNARELLI
200g di PECORINO già grattato
PEPE

PREPARAZIONE:
Mettete l'acqua per la pasta a bollire, salatela. Appena comincia l'ebollizione, calate la pasta, i tonnarelli non ci mettono molto a cuocere.
Segreto dello chef:  insieme ai tonnarelli, mettete anche un paio di maccheroni di grano duro, perchè cosi rilasceranno il loro amido all'interno della pentola e i tonnarelli lo assorbiranno.
Prendete una scodella, servirà per condire i nostri tonnarelli. Sul fondo mettete dai 5/6 cucchiai da minestra di acqua di cottura. Scolate i tonnarelli e versateli nella scodella (conservatevi l'acqua di cottura potrebbe tornare utile perchè se abbiamo messo poco liquido prima, potremo rimediare con l'acqua di cottura conservata).
Prendete il formaggio e disponetelo sopra facendo come uno strato. Ricoprite di pepe (ovviamente il quantitativo di pepe è a gusto vostro, ma ricordatevi comunque che si chiamano tonnarelli cacio e PEPE).



Ora viene la parte divertente. 
Con un cucchiaio e una forchetta, fate un foro al centro e cominciate a  mescolare i tonnarelli, facendo in modo che la pasta che sta sopra vada sotto, mi raccomando di fare tutto ciò molto velocemente e con un po di energia, l'obiettivo è far sciogliere il formaggio con l'acqua di cottura che abbiamo messo prima e il calore dei tonnarelli. 
Facendo questo movimento, la pasta si mescolerà, il formaggio di amalgamerà e si scioglierà fino a diventare come se fosse panna. 
Il piatto a questo punto è pronto, impiattate e buon appetito.


Come ogni ricetta regionale che si rispetti ha le sue varianti.
C'è chi utilizza anche un po di parmigiano, e un filo d'olio.
A me la ricetta è stata data da un chef romano...
Buon Appetito....

mercoledì 24 novembre 2010

POLPETTE DI TONNO

Buona sera tutti...
Oggi vi do la ricetta delle gustose polpettine di tonno... semplici, saporite ma sopratutto piacciono a tutti, grandi e bambini. Le ha mangiate anche mia madre che non magia pesce... quindi posso dire di essere riuscita nell'intento. Eccola qui, tutta per voi:

INGREDIENTI:
300g Di Pane raffermo (la dose potete scieglierla voi,c'è a chi piacciono con più pane o meno)
1 uovo ( se mettete + pane aggiungete almeno un altro uovo)
3 scatolette di tonno (io ho usato quello in scatola ma quello fresco tritato o la ventresca, viene meglio)
Parmiggiano, Pangrattato, sale e pepe QB



PREPARAZIONE:
Mettete il pane raffermo ad ammollare in acqua a temperatura ambiente, lasciate che si ammorbidisca per bene e poi scolatelo di tutta l'acqua in eccesso. Sgocciolate anche il tonno. Prendete una ciotola e versateci dentro il pane, con il tonno, l'uovo e il parmigiano, salate e pepate. Per asciugare un po l'impasto e renderlo più compatto, aggiungete del pangrattato, quanto basta per rendere il vostro impasto più solido.
Bagnandovi ogni tanto le pane, cominciate a ricavare dall'impasto delle piccole sfere, non fatele troppo grandi. Ecco le polpette sono pronte.
Io le ho cucinate in tre modi diverse:
  • FRITTE
  • BIANCHE CON UN GOCCIO DI VINO ROSSO SU UNA CREMA DI FUNGHI
  • POMODORO AGLIO E CIPOLLA
INGREDIENTI PER LE POLPETTE BIANCHE:
1 bicchierino da caffè di vino rosso
250g di Funghi (io ho usato quelli in scatola, una scatola basta)
Aglio,Olio, sale e pepe QB

PREPARAZIONE:
Prendete i funghi e metteteli a rosolare in padella con un po d'aglio, fate rosolare e regolate di sale e pepe.
Accendete il forno e fatelo riscaldare. Prendete la teglia dove cuocerete le polpette, ungetela con un po' d'olio e disponete le polpette al suo interno. 
Versate il vino, un altro goccio d'olio sopra, salate e pepate, e infornate per 10 minuti a 180°.
Hanno una cottura molto breve, in ogni caso, scegliatela a vostro gusto.
Una volta che i funghi saranno cotti,una parte li tenete in pantola, e l'altra parte di funghi, ancora caldi,metteteli in un frullatore, con un filo 'olio, e frullate il tutto, fino ad ottenere una bella cremina; se avete un frullatore ad immersione ancora meglio.
Servite le polpette con questa cremina di funghi, guarnite ogni piatto con il resto dei funghi interi e buon appetito.

INGREDIENTI PER LE POLPETTE ROSSE:
1/2 cipolla (regolatevi a vostro gusto, questa dose è per 10 polpette)
2 spicchi d'aglio
POMODORO (io ho utilizzato la passata, nn ce ne vuole molta giusto per rosare, in base alla quantità di polpette da cucinare stabilite voi la quantità di pomodoro, per 10 polpette ho calcolato un cucchiaio da minetra per ogni polpetta)

PREPARAZIONE:
Mettete a cuocere il pomodoro in un padellino con un filino d'olio,uno spicchio d'aglio, un goccio di acqua e un po di sale. Non fatela cuocere molto, finirà di cuocere in forno. Riscaldate il forno.
Mentre la salsa cuoce, oliate la teglia delle polpette, disponetele all'interno e tagliate all'interno della teglia grossolanamente la cipolla e l'aglio. Aggiungete il pomodoro, un cucchiaio da minestra per ogni polpetta,un filo d'olio sopra le polpette, all'ungatecon un po d'acqua e infornate per 15 minutic a 180° (La cottura sempre a vostro gradimento). Buon Appetito.


NB. La foto delle polpette al sugo, non è venuta benissimo, ma il sapore era ottimo e la foto non rende giustizia al piatto, appena le rifaccio provvederò a sostituirla. 
Le polpette di tonno sono ottime per i bambini che possono avere difficoltà a mangiare il pesce, o sono troppo piccoli per masticare, queste polpette risultano molto morbide ma compatte. 
Per renderle più simpatiche ad un bambino potete dargli una forma simpatica aiutandovi con delle formine. A  forma di pesciolino, di cuore, di stellina e tante altre. Si vendono, nei negozi specializzati, formine simpatiche adatte ai bambini. Insomma sbizzarritevi.

domenica 21 novembre 2010

LASAGNA AL PESTO

Buona sera a tutti...
mi dispiace avervi abbandonato in questi giorni ma sfortunatamente degli eventi mi hanno portato via tempo e non ho potuto darvi nuove ricette, ma adesso mi voglio far perdonare. Venerdi serà ho partecipato ad una gara culinaria ed ho presentato uno dei miei piatti preferiti, un piatto che tante persone hanno gradito; La lasagna al pesto. Oggi voglio condividere questa prelibatezza con voi. 
INGREDIENTI PER 6-8 PERSONE (dipende dalle fette)
350g di ricotta romana
190g di pesto al basilico (un vasetto generalmente)
250g di provola fresca
500g di pasta per lasagna (vanno bene anche quelle precotte)
70g di burro
latte,parmigiano,noce moscata,pepe,sale QB
Besciamella in abbondanza (non vi do delle dosi, scegliete a gusto vostro)
PREPARAZIONE:
Prendete la sfoglia delle lasegne (precotta o fresca che sia) e sbollentatela in acqua precedentemente salata. 

Preparatevi una zuppiera con dell'acqua fredda, man mano che le sfoglie saranno pronte mettete in acqua in modo da fermare la cottura. Mentre sbollentate le lasagnette, cominciate a preparare il ripieno della lasagna, prendere la ricotta e il pesto e uniteli in un terrina. Aggiungete il parmigiano, un po di pepe e un po di noce moscata e mescolate. Affettate la provola fresca, sottile. Preparate la besciamella, ma mi raccomando ricordatevi di lasciarla leggermente più umida.









Prendete la teglia dove volete comporre la lasagna, e imburratela per bene. Fatto ciò cominciamo con il disporre la pasta nella teglia, prendete il ripieno e cominciatelo a spargere, mi raccomando non abbondate su ogni ripieno perchè faremo 3 strati e poi perchè in cottura il pesto caccerà il suo olio e potremmo rischiare di rovinare il piatto se esageriamo con il ripieno, ma mi raccomando non fatevi spaventare dalla mia raccomandazione siate equilibrati. Steso l'impasto di ricotta e pesto, procedete con il distribuire le fette di provola, spargete di parmigiano e besciamella e proseguite con gli altri 2 strati. Accortenza, nel mettere la sfoglia della lasagna strato per strato cambiate il verso in cui la disponete, cioè se cominciate con mettere le strisce di pasta in orizzontale, lo strato successivo disponetele in verticale e cosi via.
Completate lo strato, sporcandolo con u po di ripieno, fiochetti di provola, spruzzata di parmigiano e besciamella. Qualche fiocchetto di burro. Infornate per 15 minuti in forno preriscaldato a 180°.
Prima di servirla lasciatela riposare 10 minuti. 
Servite e BUON APPETITO










mercoledì 17 novembre 2010

PATATE ALLA PARMIGIANA

BUONGIORNO A TUTTI I MIEI AMICI....
OGGI E' LA GIORNATA GIUSTA PER DILETTARCI UN PO IN CUCINA
ECCO A VOI LA RICETTA DEL GIORNO:


INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
5 patate
3 spicchi di aglio
4 cucchiai d'olio d'oliva
1 cucchiaio di paprika
2 cucchiai di coriandolo in polvere
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
3 cucchiai di olio d'oliva
1 cucchiaio di sale grosso
sale e pepe qb.

PREPARAZIONE:
Prima di tutto occupiamoci delle patate,
oggi lo faremo in un modo nuovo.
Preriscaldate il forno a 240°, lavate le patate, avvolgetele una per una nella carta d'alluminio e infornatele per 30 minuti.

Passato il tempo necessario pelatele e tagliatele a dadini abbastanza grossi (non tagliateli piccoli i dadini perchè potrebbero rompersi in cottura) e mettete le patate in un'insalatiera.

Da parte prendete una terrina o una ciotolina e mettete tutte le spezie dentro, l'olio, la paprika,il coriandolo,il sale, il pepe e il parmigiano e mescolate bene; schiacciate l'aglio e aggiungetelo alle spezie e mescolate il tutto.

Ora prendere le spezie con l'olio, versatelo sulle patate e mescolate bene finchè tutte le patate non sono ricoperte per bene da questo intingolo. Fatto ciò, prendete la teglia dove intendete cuocere le patate, rivestitela con un foglio di carta d'allumionio e ungetelo leggermente aiutandovi con un pennellino o per chi non ce l'ha può utilizzare un fazzolettino di carta per ungere l'alluminio. 

Disponeteci ora le patate e infornatele per 15 minuti almeno (la cottura sulle patate dipende moldo dal gusto personale quindi regolatevi voi in base al vostro gusto e al vostro forno). 

Con molta attenzione, girate le patate di tanto in tanto in modo che la cottura sia omogenea. Servitele calde, e al momento di servirle disponetele in un vassoio, cospargete con il sale grosso e servite. BUON APPETITO

martedì 16 novembre 2010

BOMBOLONI ALLA NUTELLA

Anche oggi è cattivo tempo, in certe giornate l'unica cosa  che mi viene voglia di fare e starmene a letto con il mio pc, magari a vedere qualche bel telefilm o a girovagare un po su internet....
oppure venire qui da voi a scrivervi una bella ricettina.
 Oggi vi propongo: 
BOMBOLONI ALLA NUTELLA,
 un pò pesantini ma vi assicuro che se non esageriamo riusciremo a mantenere la linea e a deliziare il nostro palato.
In tutto il resto del mondo i bomboloni si chiamano KRAPFEN... 
sono una bontà  alla fine tutto il mondo è paese non importa come si chiama una ricetta è la sua bontà che conta.

INGREDIENTI PER 6 PERSONE:
1kg di FARINA
800g di PATATE
100g di ZUCCHERO
1 UOVO
1 BUSTINA DI VANILLINA
1 CUBETTO DI LIEVITO DI BIRRA
50g di BURRO
SALE
OLIO D'ARACHIDE
ZUCCHERO PER GUARNIRE.
NUTELLA qb
SIRINGA PER FARCIRE

PREPARAZIONE:
Per cominciare, prendiamo le patate, lessiamole e sbucciamole per bene e una volta pelate passiamole con lo schiacciapatate e fate raffreddare il tutto. Da parte, fate sciogliere il cubetto di lievito in dell'acqua tiepida leggermente zuccherata. Prendete un recipiente e mescolateci all'interno tutti gli altri ingredienti ovviamente eccetto l'olio che servirà per friggere e lo zucchero per la guarnizione. Ora prendete il lievito che avete sciolto e unitelo al resto degli ingredienti date una prima mescolata e aggiungete le patate. Impastate il tutto.

Sul un tavolo da lavoro,prendete un mattarello e stendete l'impasto dovrà essere spesso almeno 1cm.
Aiutandovi con un coppapasta largo 5-6 cm (se non avete il coppapasta potete usare dei bicchieri) mettete da parte i dischi, copriteli con un panno pulito e lasciateli lievitare per almeno 2 ore e mezza. 

Non ci crederete ma in questo lasso di tempo triplicheranno il loro volume. 
Trascorso il tempo della levitazione, i bomboloni saranno pronti per essere fritti.

Mettete l'olio a scaldare, quando sarà caldo cominciate con il friggere i nostri bomboloni. Man mano che sono pronti metteteli a scolare su un foglio di carta assorbente e lasciateli  leggermente intiepidire in modo da poterli farcire senza bruciarci le mani. 

Mettete la nutella sciogliere un po a bagno maria, in modo da poterla inserire nella siringa più facilmente, attenzione la nutella deve essere semplicemente più setosa non completamente liquida. 

Riempite la siringa con la nutella e farcite generosamente i nostri bomboloni. Passateli mentre sono ancora un  po caldi nello zucchero per guarnirli. 
Date un bel morso e godetene di tutta la loro bontà.
Buon Appetito.

lunedì 15 novembre 2010

PIZZA NAPOLETANA

Buongiorno a tutti, dopo un week-end di pausa torno da voi con un'altra ricetta.
Stavolta la ricetta non è mia ma l'ho presa da un grandissimo pizzaiolo napoletano: Raffaele Esposito.
Ovviamente la ricetta è stata  rivista per poterla fare in casa.

INGREDIENTI:
1 litro d'acqua
1700g di farina 00
3-5g di lievito e il CRISCITO (LIEVITO MADRE)
50g di sale
NB questa è la ricetta del pizzaiolo, ma siccome in casa non avremo tutti la possibilità di procurarci il lievito madre, andremo ad aumentare il quantitativo di lievito di birra. Ne useremo un cubetto intero.
Vi posto un link dove ho trovato la preparazione del lievito madre per chi volesse cimentarsi in un impasto fatto ad opera d'arte!
http://laricetteria.com/tecniche-e-articoli/1-tecniche-cucina/112-la-preparazione-del-lievito-madre.html

PREPARAZIONE:
Prendete un recipiente e versate l'acqua all'interno.(acqua a temperatura ambiente o intiepidita)
Mettete il lievito nell'acqua e con le mani fatelo sciogliere per bene. A poco alla volta aggiungete la farina mescolando sempre e cercando con le mani di eliminare i grumi e mettiamo il sale e continuate ad aggiungere la farina fino alla fine. 

L'impasto dovrà rimanere morbido, vi renderete conto che è pronto quando l'impasto non si attacca più vicino al recipiente. Arrivati a questo punto, mettete un po di farina sul tavolo di lavoro e passate l'impasto dalla zuppiera sul tavolo e cominciate a lavorarlo un po con le mani. 

Finito di impastare, fate riposare l'impasto per 20 minuti. Dopo che l'impasto ha riposato, possiamo cominciare a preparare le mono dosi per le nostre pizze; saranno di circa 240g ciascuna se avete un forno a legna o un forno abbastanza capiente, se invece avete dei fornetti le mono dosi dovranno essere di circa 160-180g, date alle mono dosi una forma sferica (una pallina) e mettetele a riposare per farle crescere. 

Punto dolente della ricetta potrebbe essere questo, i pizzaioli mettono a riposare le mono dosi in degli appositi contenitori (delle scatole rettangolari bianche con un coperto a chiusura ermetica) io utilizzo delle zuppiere di plastica, copro con un panno e chiudo il tutto con una busta di plastica e lascio lievitare quando utilizzo tutto l'impasto senza fare le mono dosi, se fate le mono dosi fate attenzione a distanziarle per bene in modo che crescendo non si uniscano. 

Il pizzaiolo fa riposare le sue mono dosi da un minimo di 6 ad un massimo di 12 ore volendo dare un'accelerata alla nostra ricetta possiamo anche aspettare solo 3-4 ore, finiranno di crescere un'altro po in cottura.  

Una volta che le mono dosi sono cresciute si presenteranno molto più grandi di come le abbiamo lasciate, lisce e con delle bolle che non sono un difetto ma servono a farci capire che l'impasto è venuto a REGOLA D'ARTE! 

PER LA COTTURA:
Preriscaldate il forno mettendolo al massimo, per almeno 15 minuti. Passati i 15 minuti mettete un po d'acqua dentro un teglia piccolina e inseritela nel forno, ciò servirà a dare un po d'umidità al forno e renderà la nostra pizza più morbida (per tutti quelli a cui la pizza piace morbida altrimenti non è un passaggio necessario). 

Lasciate per un 10 minuti la teglia. Passati i 10 minuti il forno è pronto, stendete la pizza, conditela come più vi piace sbrizzarrendovi con la fantasia. Se scegliete di preparare la margherita,state attenti a non esagerare con il pomodoro, non deve essere abbondate altrimenti il pomodoro andrà a bagnare l'impasto e non lo farà cuocere e se vi piace il cornicione ricordartevi di lasciare i bordi liberi dal pomodoro.
BUON APPETITO!!!!!!!!!!!!!!!!

mercoledì 10 novembre 2010

PALLINE AL CIOCCOLATO

Ecco a voi la mia prima ricetta di dolci... un dolce semplice ma che a me fa impazzire!

200g di biscotti secchi
2 tuorli d'uovo
2 cucchiai di zucchero                      
1 cucchiaio di burro
1 cucchiaio di cacao
100g di cioccolato
1 bicchierino di limoncello


PREPARAZIONE:
Sbriciolate i biscotti, abbastanza piccoli ma non troppo.
In una ciotola lavorate il burro con lo zucchero fino a renderlo cremoso e leggermente spumoso. Aggiungete i tuorli e mescolate. Ora aggiungete il cacao e successivamente i biscotti; mescolate tutto per bene. Aggiungete il limoncello. Assaggiate il composto per verificare che lo zucchero e il limoncello siano nelle giuste quantità.
Formate delle palline e passatele nello zucchero per guarnirle. Disponetele su un vassoio e servite. Consiglio come guarnizione potete usare anche le scaglie di cocco, granella di nocciole, insomma sbizzarritevi come più vi piace.
BUON APPETITO.

martedì 9 novembre 2010

MOZZASTICK

Stasera avevo della mozzarella avanzata e mi è venuto in mente di fare la mozzarella panata!
Una ricettina: FACILE, SEMPLICE ma soprattutto GUSTOSISSIMA!


INGREDIENTI:
MOZZARELLA (possibilmente del giorno prima è più compatta)
 2 UOVA (almeno 2 se sono piccole anche 3)
PANGRATTATO
PARMIGGIANO

PREPARAZIONE:
Affettate la mozzarella e poi tagliatela a striscioline.
Sbattete le uova in una ciotola con un po di formaggio, non mettete sale nell'uovo mi raccomando. 
(non mettendo il sale evitiamo che l'impasto si stacchi dalla mozzarella) In un altra ciotola mettete il pangrattato.
Ora siete pronti per impanare le vostre striscioline di mozzarella. Bisognerà fare una doppia impanatura in modo che il ripieno non fuoriesca. Passate la mozzarella nell'uovo poi nel pangrattato, di nuovo nell'uovo e poi ancora nel pangrattato. Aiutatevi con le mani a far aderire bene il pane alla mozzarella e riponete tutto su un vassoio.
Una volta impanate tutte le striscioline, mettete a scaldare l'olio. Potete friggere in olio d'oliva o se volete usare un altro olio vi consiglio un olio di semi di arachidi. Finito di friggere, fate una spolveratina di sale e GNAM!
Buon Appetito

Lasagne alla ZUCCA

Anche se halloween  è passato vi do lo stesso la mia ricette delle lasagne alla zucca!



INGREDIENTI PER 2 PERSONE:
8 STRISCE DI LASAGNA PRECOTTA
300g di ZUCCA
100g di MACINATO
BESCIAMELLA
3 SOTTILETTE
PARMIGIANO

PREPARAZIONE:


Tagliate la zucca a cubetti e mettetela a cuocere in un pentolino con un pò d'olio e uno spicchio d'aglio, salate e pepate; se vi piace io vi consiglio di mettere il peperoncino al posto del pepe. Aggiungete ora il tritato e fatelo rosolare bene insieme alla zucca. Aggiungete un pò d'acqua e portatela a cottura. (sarà cotta quando la zucca è completamente disfatta)
Preparate ora la besciamella come vi ho spiegato nella precedente ricetta 


(http://lacucinadisilviaverdosci.blogspot.com/2010/11/sformato-di-tortelli.html all'inizio di questa ricetta troverete la preparazione della besciamella, il procedimento per questa ricetta è lo stesso)


Mettete a bollire l'acqua. 
Quando bolle calate  2 max 3 sfoglie di lasagna e fatele cuocere.
Prendete la teglia dove disporre la lasagna,(mi raccomando piccola, la quantità è per 2 persone) imburratela leggermente, e cominciate a disporre le strisce di lasagna sul fondo. Mettete la zucca con la carne, spezzettate una fetta di sottiletta, aggiungete la besciamella e il parmigiano e coprite con un altro strato di pasta e continuate il procedimento per 3 strati. Chiudete con la besciamella  e il parmigiano e infornate per 15 minuti a 180° mettendo il forno sopra e sotto, tiratela fuori quando sopra si sarà fatta la crosticina.
Lasciatela riposare 5 minuti e servite. 
BUON APPETITO!

lunedì 8 novembre 2010

Ravioli Fatti In Casa

Chi può affermare di non amare i ravioli??? 
Io li adoro, sono semplici da preparare e molto, molto gustosi!
Ed ecco a voi la ricetta. Mi raccomando ricordatevi la NONNA PAPERA!

INGREDIENTI PER 4-6 PERSONE:         
600g DI FARINA 00
6 UOVA
ACQUA 
SALE

PREPARAZIONE:
Su una spianatoia mettete la farina creando una foro al centro, in gergo si dice a fontana.
Rompete le uova, intere cioè comprese di tuorlo e albume, all'interno della fontana e aggiungete un pizzico di sale. Cominciate a pizzicare con le dita, o con una forchetta come meglio vi trovate, dai bordi della fontana gettando la farina nell'uovo e cominciate a mescolare cercando di fare attenzione a non rompere la fontana per evitare fuoriuscite. 

Appena l'impasto inizia a prendere corpo, cominciate a portare la farina dall'interno verso l'esterno in modo da cominciare a dare una forma al nostro impasto. Una volta che si sarà formata la nostra pallina cominciate ad impastare con un movimento del polso (ma mi raccomando fate lavorare le braccia non sforzate troppo i polsi). Lavorate la pasta finchè non sarà liscia e omogenea. 

Dategli una forma sferica e lasciatela riposare per circa 20-25 minuti in un luogo non troppo caldo. Copritela con una pellicola in modo da non far seccare l'impasto. 
Una volta che l'impasto sarà riposato possiamo ora stendere la pasta! 

Porzionate l'impasto, stendetelo prima un po con le mani e infarinatelo leggermente, passatelo nella nonna papera e stendete la pasta, ricordandovi di tanto in tanto di infarinare leggermente la sfoglia, ma mi raccomando non troppo. Tirate l'impasto di una pasta spessa un paio di mm. 

Ricavate ora delle strisce larghe almeno 5 cm e ponete la farcia che avete preparato al centro ad intervalli regolari, non esagerate con la farcia perchè rischiate che il raviolo non si chiuda o che si rompa in cottura.Con un pennellino e con dell'acqua inumidite la pasta in modo che quando sovrapporrete la sfoglia si avrà una maggiore aderenza. 

Prendete un'altra striscia e sovrapponetela a quella con la farcia, con le mani fate aderire l'impasto vicino la farcia e facendo ciò fate uscire l'aria. Aiutandovi con la ruota dentata o con dei coppapasta ritagliate il raviolo della forma che preferite, fate solo attenzione a non ritagliarlo troppo sotto il ripieno lasciate un po d'impasto. 

Una volta che il raviolo è pronto, con una forchetta o con le mani sigillate bene i bordi in modo che in cottura il raviolo non si apra e che il ripieno rimanga al suo interno. Stendeteli su un vassoio leggermente infarinato e lasciate riposare qualche minuto dopo ciò saranno pronti per essere cotti. 

Se decidete di prepararli in anticipo, metteteli in un vassoio, coprite il vassoio con la pellicola trasparente e metteteli in un posto fresco.